COPIA DELLO STATUTO “ FANFARA SEZIONALE ALPINA “MONTE GRAPPA”

STATUTO

 ART.  1 – È costituita, in seno alla Sezione “MONTE GRAPPA” di Bassano dell’Associazione Nazionale Alpini una
                 FANFARA ANA denominata “Fanfara Sezionale Alpina “Monte Grappa”

 ART.  2 – Della Fanfara possono far parte i suonatori di tutti i gruppi Alpini della Sezione “Monte Grappa “o di altre

                 Associazioni bandistiche che ne facciano richiesta, ed i suoi membri devono essere iscritti all’ANA come
                 Soci Ordinari o Soci Aggregati e sulla cui idoneità abbiano espresso parere favorevole sia il

                 Consiglio Direttivo di Fanfara (CDF), di cui si dirà in seguito, sia il Maestro.

 ART.  3 – Il numero dei componenti della Fanfara è limitato ad elementi scelti e volontari, di cui preferenza fra musicanti

                 Alpini, rimanendo inteso che tutti i componenti della Fanfara, compreso il Maestro, prestano la loro opera
                 in forma gratuita e senza ricevere alcun compenso.

 ART.  4 – Ogni componente della Fanfara si assume, all’atto dell’accettazione, l’onere di frequentare le lezioni stabilite dal

                 CDF d’intesa con il Maestro, con i propri mezzi, con il proprio strumento.

 ART.  5 – Ai componenti della Fanfara viene consegnata una divisa che dovrà essere indossata solo nelle manifestazioni in

                 appresso indicate; detta divisa dovrà essere tenuta in perfetto ordine e riconsegnata pulita ad ogni richiesta.

                 Il cappello Alpino, in particolare, dovrà essere portato in modo regolamentare e non dovrà essere caricato di

                 fronzoli, spiumacci od altro, né deformato; và tenuto presente infatti, che il modo corretto con cui la Fanfara

                 deve presentarsi costituisce il primo “biglietto da visita” della Sezione A.N.A. “Monte Grappa “.

 ART.  6 – La Fanfara sarà chiamata a svolgere, generalmente, la sua attività in occasione di manifestazioni, Adunata Alpina

                 Nazionale, Regionale, Intersezionale e Sezionale; potrà partecipare anche a manifestazioni di singoli gruppi nei
                 limiti ed alle condizioni indicate in seguito.

 ART.  7 – Con la sospensione della leva obbligatoria, l’Esercito si è strutturato con soldati professionisti, uomini e
                 donne di pari opportunità (diritti e doveri) pertanto le Fanfare Sezionali A.N.A. possono avere i componenti
                 di ambo i sessi. Ogni componente della Fanfara si impegna a mantenere, in seno al complesso un comportamento
                 serio e dignitoso come richiesto dallo Statuto dell’A.N.A.; eventuali atti di indisciplina e di cattivo comportamento
                 saranno riferiti dal Maestro al CDF per i provvedimenti che si richiedessero necessari.

 ART.  8 – L’organizzazione sarà curata da un Consiglio Direttivo di Fanfara (CDF) composto da:

                 N° 10 elementi eletti dai componenti della Fanfara
                 N° 1 Elemento delegato dalla Sezione A.N.A. “Montegrappa” componente il Consiglio Sezionale.
                 Il Consiglio Direttivo di Fanfara (CDF) a sua volta procederà, nel suo seno, alla elezione con votazione di:
                 N° 1 Presidente
                 N° 1 Vicepresidente
                 N° 1 Tesoriere
                 N° 1 Segretario
                 N° 1 Addetto commissione artistica

 ART.  9 – Il CDF rimarrà in carica per anni tre (3) le elezioni per il suo rinnovo si terranno nel mese successivo a

                quello in cui avrà avuto luogo la Adunata Nazionale dell’A.N.A.

 ART. 10 – Il Consiglio Direttivo Sezionale sarà rappresentato in seno al CDF da un proprio Consigliere Delegato,
                    come indicato all’Art. 8.

                  Il Presidente del CDF sarà eletto dal CDF stesso e sottoposto al benestare del Consiglio Direttivo Sezionale A.N.A.

 ART. 11 – Il Maestro ha il compito di:
                 -  Istruire e dirigere il complesso;
                 -  Scegliere i programmi e i brani da suonare in accordo con il CDF
                 -  Mantenere con il CDF i rapporti necessari improntati a reciproca collaborazione;
                 -  Riferire al CDF stesso circa la disciplina ed il comportamento tenuto dai componenti della Fanfara durante
                     le manifestazioni;
                    Egli non ha diritto al voto e non è eleggibile.
                

 ART. 12 – La sede provvisoria della Fanfara, nonché quella del CDF, è fissata presso la Caserma “Fincato”
                  in Via Cunizza da Romano n°    di Bassano del Grappa

 ART. 13 – Le lezioni si svolgeranno periodicamente presso la sede provvisoria della Caserma “Fincato” di Bassano, esse
                  saranno nel numero strettamente necessario, commisurato agli impegni in programma.

 ART. 14 – Circa la partecipazione della Fanfara a cerimonie o manifestazioni di singoli gruppi Alpini, si stabilisce che le
                    richieste devono essere indirizzate dai gruppi al Consiglio Sezionale A.N.A. e l’ospitalità sarà a carico del
                    gruppo A.N.A. richiedente.

 ART. 15 – Il CDF è altresì responsabile della corretta gestione del materiale della Fanfara, come da elenco

                  trascritto nel registro dei beni materiali.

                  In caso di scioglimento della Fanfara il CDF provvederà alla sollecita consegna alla

                  Sezione “Monte Grappa “del materiale di sua proprietà, come da inventario sottoscritto ed allegato.

 ART. 16 – Il presente regolamento entrerà in vigore dopo la approvazione da parte del Consiglio Direttivo Sezionale A.N.A.

                  Tutti i componenti della Fanfara, presenti e futuri, sono tenuti a prenderne visione, a rispettarlo e farlo rispettare